Quante ore di attività fisica?

3 ORE DI ATTIVITA’ FISICA AL GIORNO …toglie il medico di torno???

CARI genitori
In questa settimana ho visitato vari bambini un pò “cicciotti” (e anche alcuni sottopeso e pochi normopeso). Vincono i “cicciotti” a cui ovviamente non ho detto nulla , soprattutto sotto Natale.
Molti genitori sono convinti che facendo qualche volta alla settimana un pò di sport vada tutto a posto. Molti genitori chedono diete spreando così di risolvere il problemaCosì NON è!!!! Magari d’estate quando si muovono di più dimagriscono ma non se fanno ginnastica o nuoto o qualsiasi altra cosa 1-2 anche tre volte alla settimana.
Se leggete qui sotto vedrete che bisogna fare 3 (TRE) ore al giorno. Direte come?? Camminando, dacendo le scale. Andando a piedi a scuolae fare la spesa. C’è gente che gira in auto e poi va in palestra….pensiamoci. Camminare è ecologico, fa bene al fisico e alle tasche, non inquina,mantiene in forma. Lo stesso dicasi in bici.
Ne abbiamo già parlato (pedibus, ciclibus ecc.). Proviamo a farlo per i nostri figli.
MAGARI SE LA SCUOLA CI AIUTA FACENDO FARE PIù ATTIVITA’ FISICA………Su Archives of Pediatrics and Adolescent Medicine un commento di Russell Pate e Jennifer O’Neill (University of South Carolina) segnala tre recenti linee guida provenienti da Canada, Stati Uniti e Australia.

Anche se le raccomandazioni sono formulate in modo diverso, tutti e tre i documenti consigliano un totale di 3 ore di attività fisica quotidiana.

Secondo il Commonwealth of Australia Department of Health and Ageing in età prescolare bisognerebbe fare attività fisica “almeno 3 ore, distribuite nell’arco della giornata”. L’Institute of Medicine statunitense consiglia “15 minuti ogni ora”, che corrispondono a circa 3 ore. Sul documento britannico “Start active, stay active” si legge che “bambine e bambini in età prescolare in grado di camminare da soli dovrebbero essere fisicamente attivi per almeno 180 minuti (3 ore) distribuiti nell’arco della giornata”.

Il messaggio chiave è: prima si inizia, a promuovere uno stile di vita attivo, più possibilità ci saranno di arginare l’epidemia di obesità infantile. Come ci ricorda la Società Italiana di Pediatria “L’Italia conta oltre un milione di bambini in sovrappeso (di cui 400 mila obesi) quindi a rischio di andare incontro in età adulta a diabete, malattie cardiovascolari e addirittura tumori”.

Invertire la tendenza è possibile: un recente articolo del NYT annuncia che in alcune grandi città americane, finalmente, l’obesità infantile è in diminuzione, anche se di poco (tra il 3% e il 6%). “Ogni lunga marcia inizia con un piccolo passo”… meglio se veloce.

 

Fonte
Pate RR; O’Neill JR. Physical Activity Guidelines for Young ChildrenAn Emerging Consensus. Arch Pediatr Adolesc Med 2012; 166: 1095-6. doi:10.1001/archpediatrics.2012.1458.

Le linee guida
Department of Health and Ageing. National Physical Activity Guidelines for Australians: Physical Activity Recommendations for 0-5 Year Olds. Canberra, Australia: Commonwealth of Australia; 2010
Institute of Medicine. Early Childhood Obesity Prevention Policies. Washington, DC: The National Academies Press; 2011
Department of Health, Physical Activity, Health Improvement and Protection. Start Active, Stay Active: A Report on Physical Activity for Health from the Four Home Countries’ Chief Medical Officers. London, England: Department of Health, Physical Activity, Health Improvement and Protection; 2011.

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.